menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aggredirono a morsi il vicino, arresti convalidati per padre e figlio

Trasparano e Pietro La Cognata, 54 e 32 anni, sono accusati di avere morso al volto un muratore di 68 anni al termine di una lite per un parcheggio

Arresti convalidati per i due braccianti agricoli di Licata, padre e figlio, accusati di avere ferito a morsi un loro vicino di casa nel corso di una lite. Si tratta di Trasparano e Pietro La Cognata, rispettivamente di 54 e 32 anni.

I due, oggi, sono stati condotti davanti al giudice monocratico di Agrigento il quale ha convalidato gli arresti ed ha disposto i domiciliari per padre e figlio. Nel corso dell’udienza di convalida i braccianti agricoli hanno negato ogni addebito.

I La Cognata, come si ricorderà, erano stati arrestati la sera del 13 di agosto dai carabinieri. Secondo l’accusa i due, dopo un primo alterco avuto nel pomeriggio, di sera avevano fatto irruzione nella casa del loro vicino, un muratore di 68 anni, e lo avevano colpito con calci e pugni. Ad un certo punto lo avrebbero anche morso, ripetutamente, al volto, procurandogli ferite che i medici avevano giudicato guaribili in 15 giorni. I carabinieri, avvertiti da alcuni parenti della vittima dell’aggressione, erano intervenuti tempestivamente nella periferia cittadina ed avevano bloccato padre e figlio, arrestandoli per lesioni personali gravissime e violazione di domicilio. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento