menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della conferenza stampa

Un momento della conferenza stampa

Blitz "Vultur", le "mani sulla discoteca" e lo scontro fra uomini d'onore

Dall'ordinanza firmata dal gip Castiglia emerge uno spaccato dei rapporti difficili tra le "famiglie" di Canicattì e Camastra, riguardo alla gestione di un locale

Diecimila euro. A tanto ammontava, secondo i magistrati della Direzione distrettuale antimafia di Palermo, la “regolarizzazione” della questione legata alla gestione di una discoteca di Canicattì.

(IL FATTO)

La vicenda, secondo quanto confermato anche da Giovanni Minardi, capo della squadra mobile di Agrigento nel corso della conferenza stampa di ieri, è quella che vede il coinvolgimento di Calogero Di Caro, considerato il capo famiglia di Canicattì, nell’operazione “Vultur”.

(I NOMI)

Rosario Meli avrebbe investito delle somme nella gestione della discoteca, ma considerato che Di Caro pretendeva che ad occuparsi del locale fosse lui, si sarebbe impegnato a versare 10.000 euro di “rimborso” a Meli.

(IL VIDEO DELL'USCITA DALLA QUESTURA)

Da ciò che emerge dalle intercettazioni, però, Di Caro ritardava ad eseguire il pagamento. Da qui le frizioni con Meli, e quest’ultimo che si lamenta al telefono con un altro indagati di Vultur, non raggiunto da provvedimenti cautelari. “Vani si erano dimostrati – scrive il gip nell’ordinanza - i tentativi di riavvicinamento tra le parti”. “Io, gli ho telefonato oggi alle tre - dice l’interlocutore di Meli al telefono - e lui mi ha detto che,....parli per Canicattì, no?”. E Meli: "Si". L’altro: "Sì, mi ha detto che sta aspettando quello che si è dovuto allontanare per motivi di salute, che ha controllato e la cosa è vera e gli ha detto che deve venire per fine settimana, questo mi ha riferito, io gli ho chiesto, 'troppi appuntamenti stiamo sbagliando', mi chiamano, non so, lui mi ha detto, fidati che è cosi, che si è informato e ho pensato, non facciamo che questo mi sta prendendo in giro e faccio brutta figura, dice che è corrisposta la verità”. Meli non è convinto e dice: "Gli dobbiamo credere?".

LEGGI ANCHE:

VULTUR, IMPOSTO IL PIZZO AD OGNI FUNERALE

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento