rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Tribunale / Canicattì

Tentato omicidio con una fucilata alla schiena, 24enne rinviato a giudizio

Il 38enne riportò gravissime conseguenze fra cui la perdita di un rene, la riduzione della mobilità di una gamba e numerose fratture. Il movente non è stato mai accertato

Rinviato a giudizio con l'accusa di avere provato a uccidere un trentottenne sparandogli una fucilata alla schiena e provocandogli conseguenze gravissime.

A disporlo è stato il giudice per l'udienza preliminare del tribunale di Agrigento, Giuseppa Zampino: la prima udienza del processo a carico di Massimo Danilo Amato, 24 anni, di Canicattì, è in programma il 12 settembre davanti ai giudici della prima sezione penale presieduta da Alfonso Malato.

Colpito da una fucilata alla schiena, grave 37enne

Si tratta del giovane che, la sera del 6 dicembre scorso, accompagnò in ospedale un trentottenne ferito da una fucilata esplosa alla schiena. L'uomo riportò conseguenze gravissime: la perdita del rene, la perforazione del colon, la perdita di mobilità di una gamba e numerose fratture oltre alla presenza di pallini di piombo non estraibili nell'addome, nel torace e nella zona retrocardiaca.

Secondo la procura sarebbe stato lo stesso autore del tentato omicidio a salvargli la vita trasportandolo all'ospedale Barone Lombardo da dove fu poi trasferito in elisoccorso al Civico di Palermo. Nei giorni successivi al fatto era stato sottoposto alla prova dello stub ovvero il test che consente di individuare la presenza di polvere da sparo sul corpo.

Il movente, che nell'immediatezza pareva potesse ricondursi a un contrasto maturato nel mondo della droga, non è stato mai del tutto messo a fuoco. L'ipotesi è che il tentato omicidio sia avvenuto a Castrofilippo. 

Fucilata alla schiena, condizioni stabili per 37enne

L'accusa nei confronti del 24enne, in particolare, è quella di avergli sparato un colpo "a bruciapelo" usando un fucile da caccia con cartuccia a pallini. La strategia dei difensori, gli avvocati Calogero Meli e Calogero Lo Giudice, è stata quella del rito ordinario che prevede adesso un dibattimento con nuove prove, testimonianze e perizie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentato omicidio con una fucilata alla schiena, 24enne rinviato a giudizio

AgrigentoNotizie è in caricamento