rotate-mobile
Canicatti Canicattì

Superati gli intoppi burocratici, i vigili urbani sono di nuovo armati

Per due-tre mesi, il personale del corpo della polizia locale è stato costretto ad andare in giro senza la pistola in dotazione 

I vigili urbani di Canicattì sono tornati ad essere armati come prevede il regolamento ed anche la propria divisa di ordinanza. Lo riporta oggi il Giornale di Sicilia. Per due-tre mesi, il personale del corpo della polizia locale - guidato dal dirigente Mimmo Ferrante - è stato costretto ad andare in giro senza l’arma in dotazione. 

La notizia della polizia locale disarmata per ritardi burocratici nell’espletamento delle rituali ed annuali procedure ha fatto il giro della città ed anche oltre. L’inconveniente non è passato inosservato al sindaco Ettore Di Ventura che avendo trattenuto per se la delega ha chiesto al comandante Ferrante una circostanziata relazione per identificare criticità e responsabilità ma non se ne conosce il contenuto. Lo stesso sindaco ha precisato che "ci sono stati ritardi nella richiesta di rinnovo del porto di pistola ma dopo gli adempimenti burocratici tutto è tornato nella normalità delle cose" - sempre secondo quanto riporta il Giornale di Sicilia - . 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Superati gli intoppi burocratici, i vigili urbani sono di nuovo armati

AgrigentoNotizie è in caricamento