menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sicurezza, la Giunta punta all'acquisto di altre 60 telecamere di videosorveglianza

Le telecamere saranno distribuite su tutto il territorio comunale e copriranno le zone che ancora ne sono sprovviste

Si punta a raddoppiare a Canicattì il numero delle telecamere della videosorveglianza sul territorio per garantire un livello di maggiore sicurezza ai cittadini ed agli imprenditori. Il nuovo sistema di videosorveglianza ribattezzato "Canicattì sicura" si affiancherebbe e si integrerebbe con quello esistente. Lo riporta oggi il Giornale di Sicilia. La giunta Di Ventura ha adottato la delibera per partecipare al bando nazionale di finanziamento. Si tratta della collocazione di almeno 60 nuove telecamere di cui 4 in grado di "leggere" le targhe degli autoveicoli e guardare anche all’interno dei mezzi in transito.

Le telecamere saranno distribuite su tutto il territorio comunale e copriranno le zone che ancora ne sono sprovviste. Di particolare attenzione le strutture comunali che ospitano edifici pubblici di recente attivazione come il complesso monumentale di San Domenico, quello dell’ex Badia, il centro sociale di Bastianella ed anche l’edificio di via Allende che ospitava gli uffici comunali. Altre telecamere invece saranno poste a vigilanza di incroci e via di accesso di particolare importanza. Altre telecamere saranno collocate anche nei luoghi di incontro dei giovani come piazzale Nassiriya o viale della Vittoria ma anche per «guardare» dentro la villa comunale o in piazza IV novembre ritrovo di minoranze etniche al centro spesso di fatti criminosi e di tensione sociale. Tutto farà capo ad una sala operativa che sarà ospitata al comando della Polizia locale.

L’importo complessivo del progetto è quantificato in 610 mila euro. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento