CanicattiNotizie

Scuole chiuse a Canicattì, Tedesco: "Screening di massa esteso a tutta la popolazione?"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Con ordinanza sindacale n. 120 del 2020, come comunicato sui social, il sindaco di Canicattì ha disposto la chiusura delle scuole di competenza comunale, in attesa di uno screening degli studenti che è stato richiesto all'Asp di Agrigento. Tanti concittadini e tante concittadine, di cui moltissimi non hanno l'abitudine di scrivere sui social, si chiedono quando questo screening sarà eseguito.

Si auspica già da domani o è forse intenzione del sindaco disporre, in attesa della risposta dell'Asp, che secondo quanto rappresentato in ordinanza sarebbe in affanno sulla effettuazione dei tamponi, la chiusura delle scuole materne, elementari e medie, di fatto a tempo indeterminato?

Queste scuole che, allo stato, sulla base del vigente DPCM devono restare aperte anche nelle zone cosiddette rosse, che sono dotate di protocolli da seguire in caso di gestione di casi covid, che hanno adottato tutte le misure indicate dalla normativa per salvaguardare gli studenti, che hanno predisposto uscite diversificate, sanificazioni continue, doppi turni e distanziamento, saranno chiuse ed il diritto costituzionale all'istruzione negato.

E' evidente che la situazione è difficile, dolorosa, inedita e complessa; così come è evidente che con questa situazione dovremo confrontarci ancora per molto tempo e che le decisioni assunte non sull'onda dell'emotività ma della ragione devono essere supportate da elementi che devono essere comunicati alla Città. Quanti casi sono stati registrati nei singoli istituti scolastici di competenza comunale e perchè non possono essere essere gestiti secondo i protocolli in vigore? 

L'aumento esponenziale dei contagi richiamato nell'ordinanza sta determinando un aumento degli accessi ospedalieri e, dunque, criticità presso il Barone Lombardo di Canicattì?  Considerato che, come rappresentato nell'ordinanza sindacale, il contagio interessa tutte le fasce di età, è stato programmato e richiesto uno screening di massa, su base volontaria, di tutta la popolazione canicattinese?

Quali azioni l'amministrazione ha intrapreso, coinvolgendo anche i sindaci del distretto socio-sanitario, per richiedere alle autorità competenti di rafforzare l'USCA ed il personale dell'Asp che opera a Canicattì?

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento