CanicattiNotizie

Riforma della semplificazione, corso di aggiornamento al Suap

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Si è svolto, nei giorni scorsi, un corso di aggiornamento sulle novità della riforma in materia di semplificazione, organizzato nei locali del SUAP (Sportello Unico Attività Produttive), siti all’interno dell’ex complesso Badia, a Canicattì.
Il corso, che è stato tenuto dai consulenti del Formez Pa, Mario Serio, Giuseppe Agugliaro e Mario Cipriano e dal coordinatore del Suap di Canicattì Pietro Saia, ha avuto come obiettivo il rafforzamento della capacità amministrativa necessaria ad assicurare la concreta attuazione delle riforme introdotte in materia di semplificazione dalla Legge n. 124/2015 e dai decreti attuativi della “legge Madia” (Decreto Legislativo 30 giugno 2016, n. 126 e Decreto Legislativo 25 novembre 2016, n. 222) che prevedono un pacchetto di misure di semplificazione finalizzate a garantire ai cittadini e imprese certezza sulle regole da seguire per avviare un’attività, tempi certi e un unico sportello a cui rivolgersi.
Il SUAP è quindi “consacrato” ad essere lo strumento che mette in contatto le imprese con la pubblica amministrazione.
Al corso di formazione hanno partecipato i dipendenti degli uffici SUAP e SUE di Canicattì, Palma di Montechiaro e Campobello di Licata, alla presenza anche dell’assessore allo Sviluppo Territoriale arch. Rosa Maria Corbo, dell’assessore alle Attività Produttive Dr. Roberto Vella e della P.O. dott.ssa Angela Carrubba.
Grande soddisfazione da parte dei relatori, degli addetti ai lavori e degli Amministratori che si sono complimentati per l’ottima organizzazione dell’evento ed hanno invitato i responsabili ad organizzare un seminario di approfondimento sulle novità della semplificazione rivolto anche alle categorie del mondo imprenditoriale e dei professionisti (commercialisti – geometri - architetti – architetti), parti in causa della riforma di semplificazione amministrativa.
 

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento