rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Canicatti Canicattì

Reddito di libertà per le donne vittime di violenza, si possono già presentare le domande 

Nella città dell’Uva Italia ci si può rivolgere al Comune per ottenere il contributo che prevede al massimo 400 euro mensili per spese abitative e per l’istruzioni dei figli minori

A Canicattì è finalmente realtà il reddito di libertà per le donne vittime di violenza. Massimo 400 euro mensili pro capite, concessi in un’unica soluzione per massimo 12 mesi, da utilizzare prioritariamente per spese abitative, per quelle scolastiche e formative dei figli o delle figlie minori. Se la richiesta di beneficio viene fatta dall’1 gennaio al 30 giugno, il contributo sarà corrisposto con una prima anticipazione di sei mensilità e poi un successivo saldo. Se invece la domanda di reddito di libertà viene presentata dall’1 luglio al 31 dicembre, l'importo verrà concesso in un'unica soluzione. La misura, inoltre, è compatibile con altri strumenti di sostegno al reddito. 

La domanda deve essere presentata all’INPS dalle donne interessate, direttamente o mediante un rappresentante legale o un delegato, tramite il Comune utilizzando l’apposito modello. Lo ha comunicato l’assessore alle pari opportunità Patrizia Bennici. 

La misura è destinata alle donne vittime di violenza residenti nel territorio italiano che siano cittadine italiane o comunitarie oppure, in caso di cittadine di Stato extracomunitario, in possesso di regolare permesso di soggiorno e le straniere aventi lo status di rifugiate politiche o lo status di protezione sussidiaria, senza figli o con figli minori, seguite dai centri antiviolenza riconosciuti dalle regioni e dai servizi sociali nei percorsi di fuoriuscita dalla violenza. 

Per visionare l’avviso e scaricare la relativa domanda collegarsi alla sezione del sito istituzionale al link:

https://www.comune.canicatti.ag.it/.../L/IT/IDPagina/5304

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reddito di libertà per le donne vittime di violenza, si possono già presentare le domande 

AgrigentoNotizie è in caricamento