menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una pattuglia della polizia di Stato

Una pattuglia della polizia di Stato

Rapinato distributore di carburante, due malviventi portano via 8 mila euro

Ad entrare in azione, a quanto pare, sono stati in due. Uno era armato di coltello. A "spalleggiarlo", un complice. Le modalità non sono ancora chiare

Ancora una volta, un distributore di carburanti - ed i suoi impiegati - sono finiti nel "mirino" dei malviventi. Una nuova rapina è stata messa a segno, nella serata di ieri, subito dopo l'orario di chiusura dell'impianto che si trova in viale Giudice Antonino Saetta a Canicattì.
 
Ad entrare in azione, a quanto pare, sono stati in due. Uno era armato di coltello. A "spalleggiarlo", un complice: un altro malvivente pronto alla fuga. Le modalità della rapina non sono ancora chiare. Sembrerebbe che chi era in possesso del denaro, dell'incasso di un'intera giornata di lavoro, sia stato seguito. Forse fino a casa. 

Sotto la minaccia del coltello, colui che aveva il denaro è stato costretto a lasciar cadere tutti i soldi nelle mani dei malviventi. Il bottino è stato grosso. Pare, non ancora quantificato nell'esatto ammontare, ma si parla di 8 mila euro. 

Delle indagini sulla rapina a mano armata si stanno occupando i poliziotti del commissariato di Canicattì. Agenti che dovranno ricostruire, e con precisione, cosa sia accaduto.

Negli ultimi mesi, a Canicattì, sono state diverse le rapine messe a segno sempre ai danni degli impianti di carburante. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento