rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Canicatti Canicattì

"Rapina tabaccheria due volte in venti minuti", condannato 37enne

Il gup infligge 3 anni, 4 mesi e 20 giorni di reclusione a Vincenzo Tiranno: una perizia psichiatrica ha escluso vizi di mente

Tre anni, quattro mesi e venti giorni di reclusione: il giudice dell’udienza preliminare Luisa Turco, dopo che la psichiatra era giunta alla conclusione che l’imputato era sano di mente e, quindi, non aveva diritto neppure a una riduzione della pena per vizio parziale di mente, ha condannato il trentasettenne Vincenzo Tiranno, finito il 22 dicembre dell’anno scorso agli arresti domiciliari con l’accusa di avere messo a segno due rapine a distanza di pochi minuti nella stessa tabaccheria. La prima volta il bottino fu di 70 euro. La seconda fruttò due pacchetti di sigarette.

Una stravaganza così vistosa che aveva spinto il difensore, l’avvocato Calogero Meli, a chiedere una perizia psichiatrica cha facesse luce sulle sue facoltà mentali. Secondo il perito Cristina Camilleri, Tiranno era del tutto capace di intendere e volere e poteva essere processato. Ieri mattina l’epilogo. La pena inflitta dal giudice, ridotta di un terzo per effetto del rito abbreviato, è la stessa proposta dal pubblico ministero Gloria Andreoli. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Rapina tabaccheria due volte in venti minuti", condannato 37enne

AgrigentoNotizie è in caricamento