rotate-mobile
Canicatti Canicattì

"Rapina per saldare i debiti di gioco", l'indagato ottiene i domiciliari

Il ventisettenne ha reso, davanti al Gip, piena confessione: ha ammesso l'autore della rapina al "Fortè" e della tentata rapina all'Euromarket di via Capitano Ippolito 

Giuseppe Migliore, il ventisettenne di Canicattì, arrestato per la rapina ai danni del supermercato "Fortè" di via Falcone, ha lasciato il carcere di contrada Petrusa ed è stato posto agli arresti domiciliari. Il giovane, rappresentato e difeso dall'avvocato Calogero Meli, ha reso - davanti al giudice per le indagini preliminari del tribunale di Agrigento, Stefano Zammuto, - piena confessione: ha ammesso l'autore della rapina al "Fortè" e della tentata rapina all'Euromarket di via Capitano Ippolito. 

Il ventisettenne davanti al Gip

L’atteggiamento tenuto nelle fasi dell’arresto, durante le formalità di rito in commissariato, in carcere e ieri mattina durante l’interrogatorio di garanzia sono valsi, però, la concessione del beneficio degli arresti domiciliari al ventisettenne.

Armato di pistola rapina un supermercato, arrestato un giovane

Migliore è stato bloccato, dalla polizia, poco fuori il supermercato con ancora addosso il revolver usato per compiere il colpo e in una mano il sacchetto della spesa con all’interno il denaro provento della rapina. Secondo indiscrezioni - riportate dal Giornale di Sicilia - sembra che l’uomo per "darsi coraggio" avrebbe bevuto dell’alcool prima dei tentativi di rapina il cui provento sarebbe dovuto servire a far fronte a dei debiti di gioco accumulatisi nel tempo. Per vergogna non avrebbe chiesto l’aiuto dei familiari, né gli avrebbe raccontato la situazione in cui si era cacciato.

Il Gip, Stefano Zammuto, ha accolto la richiesta di applicazione di una misura meno afflittiva e Migliore ha potuto far ritorno a Canicattì dove dovrà restare agli arresti domiciliari senza applicazione del braccialetto elettronico con divieto assoluto di ogni comunicazione, verbale telefonica e via internet, con soggetti estranei al nucleo familiare convivente. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Rapina per saldare i debiti di gioco", l'indagato ottiene i domiciliari

AgrigentoNotizie è in caricamento