menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della serata

Un momento della serata

Lions Clus, raccolta fondi per la messa in sicurezza del Castel Bonanno

Il sorteggio si è svolto nella nuova sede di via Galilei. Il vincitore è stato il canicattinese Ernesto Marchese Ragona. Ad estrarre il biglietto vincente è stato il sindaco Ettore Di Ventura

Si è svolto il sorteggio organizzato dal Lions Club Canicattì Castel Bonanno legato alla raccolta fondi per la la messa in sicurezza e la manutenzione del Castel Bonanno di Canicattì.

Il vincitore è stato il canicattinese Ernesto Marchese Ragona. Ad estrarre il biglietto vincente è stato il sindaco Ettore Di Ventura. Nella nuova sede del club in via Galilei si sono riuniti il direttivo e l’assemblea del club e si sono stretti intorno allo staff che vede, oltre che dal presidente di club Giuseppe Vella, il segretario Pietro Saia, il tesoriere Giuseppe Lana e la cerimoniere Rosa Maria Corbo.

Si è trattato del primo di tre sorteggi dei biglietti per la raccolta fondi, in cui sono state donate altrettante opere generosamente offerte da tre artisti. Il primo è il ritrattista canicattinese Michele Giardina, che crea il suo primo stile personale in "donne allo specchio". Artista autodidatta che non si ispira a niente, ma solo alla propria fantasia. Già donne allo specchio fu considerato dal poeta Leonardo Sciascia uno stile molto originale, su cui ha scritto alcune righe di recensione. "Oggi - si legge in una nota del Lions Club - si propone a noi con un dipinto di grande pregio e raffinatezza, segno questo di voler, senza alcun indugio, gratificare l’impegno dei Lions in un comune progetto: far crescere la cultura della solidarietà".

Poi c'è Evelyn Costanza, giovane talento canicattinese che si affaccia con autorevolezza sul campo delle “arti visive” proponendo una tecnica che rimanda a fasti e lussi del passato: acquaforte, xilografie, incisione a bulino.

Infine Giovanni Proietto, originario di Alessandria della Rocca, ma nato in Germania e residente a Realmonte da diversi anni, opera da sempre nel campo delle arti visive, dando il proprio contributo di pittore, legato al figurativo, ma con una concezione assolutamente originale di temi, scorci e tecniche.

La sorte ha voluto che si iniziasse proprio con l’estrazione del biglietto vincente abbinato all’opera pittorica di Proietto, il quale invitato a partecipare al momento del sorteggio oltre ad accettare di buon grado l’invito ha arricchito la serata con una sua breve ma significativa prolusione personale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento