menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Quattro rapine ai danni di banca e benzinai, due rinvii a giudizio dopo 14 anni

Il gup Alessandra Vella manda a processo i presunti responsabili dei colpi: Diego Cutaia, 35 anni, e Lorenzo Licalzi, 32 anni

Quasi quattordici anni dopo i fatti la Procura individua due presunti responsabili di quattro rapine, ai danni di distributori di benzina e banca, e ottiene il rinvio a giudizio. Si tratta dei canicattinesi Diego Cutaia, 35 anni, e Lorenzo Licalzi, 32. La decisione di disporre l’approfondimento dibattimentale è stata presa dal giudice dell’udienza preliminare Alessandra Vella che ha ritenuto i fatti meritevoli di accertamento.

I due imputati, difesi dagli avvocati Gero Lo Giudice e Angela Porcello, saranno processati a partire dal 20 settembre davanti ai giudici della seconda penale del tribunale di Agrigento. I quattro assalti al centro del processo sono stati commessi fra il novembre del 2004 e il febbraio successivo. Cutaia, armato di pistola, avrebbe rapinato un distributore di benzina di Canicattì e una banca di Camastra ottenendo un bottino complessivo di 17 mila euro.

Li Calzi, sempre con una pistola, avrebbe rapinato due distributori di benzina di Canicattì e Naro e in quest’ultimo caso l’addetto al distributore fu colpito con un pugno al volto. Le indagini sono rimaste in “ghiaccio” per tanti anni. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento