rotate-mobile
Mercoledì, 6 Luglio 2022
Canicatti Canicattì

Quattro colpi di pistola contro un portone, trentatreenne nel mirino?

I carabinieri, dopo il sopralluogo, hanno avviato le indagini: occorre capire se l'intimidazione sia rivolta al giovane incensurato che ha in affitto la residenza o se al proprietario effettivo della casa

Per un paio di giorni non è stato a casa. Stamani, al momento del rientro, la terribile scoperta. Sul portone dell'abitazione, presa in affitto, nel quartiere Borgalino a Canicattì, c'erano due buchi. Per terra, quattro bossoli di pistola. Danneggiamento mediante esplosione di colpi d'arma da fuoco, dunque. A chiamare il 112 è stato l'uomo - un trentatreenne nigeriano, bracciante agricolo, - che abita, regolarmente, nella residenza. 

I carabinieri di Canicattì sono subito accorsi a Borgalino e, dopo il sopralluogo di rito, hanno avviato le indagini. Non è chiaro, in questo momento, a chi, effettivamente, sia rivolto il messaggio intimidatorio: se al nigeriano bracciante agricolo, un giovane incensurato e ritenuto perbene, o se al proprietario effettivo della casa. Spetterà, naturalmente, all'inchiesta - appena avviata - fare chiarezza e, laddove possibile, tracciare la giusta pista investigativa per arrivare all'identificazione degli autori del danneggiamento. 

Una o più persone, senza essere viste ed a quanto pare senza nemmeno essere sentite, hanno esploso diversi colpi di pistola contro il portone della casa. Due colpi si sono conficcati sull'uscio, quattro, invece, i bossoli di pistola rimasti per terra. Bossoli che, naturalmente, sono stati posti sotto sequestro.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quattro colpi di pistola contro un portone, trentatreenne nel mirino?

AgrigentoNotizie è in caricamento