Canicatti

Verde pubblico, l'appello di Italia nostra: "La villa comunale va salvata"

L'associazione è a tutela dei patrimonio storico ed artistico ed ha scelto di sostenere una petizione lanciata da diversi canicattinesi

“Salviamo la villa comunale”. E’ questo l’appello lanciato da “Italia nostra”, l’associazione per la tutela del patrimonio storico e artistico. La lettera è indirizzata al sindaco di Canicattì, Ettore Di Ventura. Dei canicattinesi, nei giorni scorsi, avevano lanciato un appello a favore di una delle ville del posto.

"In un momento storico in cui si comprende sempre di più l’esigenza di uno sviluppo sostenibile, appare decisamente in controtendenza l’idea di sottrarre spazio verde da vivere alla cittadinanza - dicono in una nota. Con ciò non si vuole certamente disconoscere il valore dello sport e quindi la necessità che esso venga praticato in strutture adeguate; semplicemente – e nettamente – affermiamo però che queste strutture vanno realizzate altrove, in coerenza con quanto previsto, peraltro, dagli strumenti urbanistici. Ma vi è di più. La villa comunale, oltre a costituire un importante polmone verde e un luogo in cui i cittadini possono sperimentare vicinanza alla natura, costituisce parte della memoria storica di Canicattì, essendo stata realizzata agli inizi del Novecento; e diversi alberi ivi presenti possono essere considerati monumentali e quindi soggetti a tutela". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verde pubblico, l'appello di Italia nostra: "La villa comunale va salvata"

AgrigentoNotizie è in caricamento