menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto ARCHIVIO)

(foto ARCHIVIO)

Carnevale canicattinese, arrivano nuove regole per la sicurezza

Vietata la vendita di alcolici nelle zone principali, così come l'uso di bastoni o spray urticanti

Carnevale canicattinese, imposte misure urgenti al fine di garantire l’incolumità e la sicurezza pubblica. Tutto è contenuto in un'ordinanza firmata dal sindaco Ettore Di Ventura. Nello specifico saranno vietate la somministrazione di bevande alcoliche ai minori di anni 18 nonché la vendita, detenzione e consumo di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione nelle aree pubbliche; dalle 16 del 2 marzo alle 6 del 6 marzo è inoltre vietato vendere e somministrare bevande alcoliche nelle aree pubbliche dove si svolgeranno le manifestazioni e nei luoghi di aggregazione e in tutti i luoghi affollati.

L'ordinanza inoltre sanzionerà l’esposizione di messaggi rivolti ai partecipanti alle manifestazioni incitanti ad un uso incontrollato di bevande alcoliche,  la vendita di bevande in bottiglie di vetro e/o lattine a tutti gli esercenti commerciali ed agli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande a posto fisso ed ambulanti. Nelle aree pubbliche dove si svolgeranno le manifestazioni, nei luoghi di aggregazione e in tutti i luoghi affollati, sarà inoltre vietato introdurre  e consumare bevande di qualsiasi genere in bottiglie o contenitori di vetro o lattine così come sarà proibita la vendita e l’accensione non autorizzata in tutto il centro urbano di prodotti pirotecnici di ogni genere (compresi quelli di libera vendita), nonché l'uso di spray al peperoncino e di corpi contundenti (bastoni e similari). 
Sono autorizzate le attività musicali limitatamente alle manifestazioni in programma non oltre le 2:00 del giorno successivo con le dovute misure atte ad impedire l’esposizione di persone in prossimità di sorgenti sonore, e sarà facoltà degli esercenti di attività commerciali e pubblici servizi anticipare gli orari di apertura e chiusura delle proprie attività in relazione agli orari delle manifestazioni in programma. 

I trasgressori alla suddetta ordinanza saranno soggetti a sanzioni amministrative da 25 a 500 euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giornali on line più letti, la classifica della piattaforma Similarweb

Attualità

Vaccinazione Covid, parte il servizio di prenotazione con Postamat

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento