menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto archivio)

(foto archivio)

"Maltrattamenti ripetuti e condotte persecutorie", gip firma divieto di avvicinamento

Il trentaquattrenne dovrà stare lontano anche dai luoghi abitualmente frequentati dalla sua ex compagna: una donna che ha fatto finire al pronto soccorso

Dovrà stare alla larga - ad almeno 500 metri di distanza - dall'ex compagna e non potrà avvicinarsi neanche ai luoghi abitualmente frequentati dalla vittima. Il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Agrigento ha firmato questa misura cautelare a carico di un trentaquattrenne di Canicattì. Un uomo che ha maltrattato l'ex compagna facendola finire anche in ospedale.

A notificare il provvedimento cautelare sono stati i poliziotti del commissariato di Canicattì, che è coordinato dal vice questore Cesare Castelli. Dell'attività investigativa si sono occupati proprio gli agenti dopo un intervento - nell'abitazione dell'ormai ex coppia - della Volante. L'uomo, fin dal primissimo momento, è stato infatti indagato per maltrattamenti in famiglia. Maltrattamenti che sarebbero stati - stando all'accusa - perduranti e con condotte ossessiva e persecutorie. 

Per cercare di evitare una tragedia, il gip ha firmato il divieto di avvicinamento alla persona offesa dal reato. Provvedimento che prevede anche il divieto di comunicare con qualsiasi mezzo con la donna. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento