CanicattiNotizie

Rosa Corbo lascia la giunta comunale: "Vado via per motivi personali"

“Ringrazio pubblicamente l’architetto Corbo per la dedizione, la professionalità, l’instancabile tenacia che ha profuso in questi anni a beneficio della città - ha commentato Di Ventura -"

L'assessore allo sviluppo territoriale, Rosa Maria Corbo, ha presentato questa mattina le proprie dimissioni nelle mani del sindaco Ettore Di Ventura.

"La decisione - dice una nota - è mossa da motivi personali che non consentono più, alla dimissionaria assessore, di continuare ad esercitare con la medesima dedizione le tante, complesse e articolare funzioni insite nelle deleghe affidatele nel febbraio 2018 dal capo dell’Amministrazione".

“Ringrazio pubblicamente l’architetto Corbo per la dedizione, la professionalità, l’instancabile tenacia che ha profuso in questi anni a beneficio della città - ha commentato Di Ventura -. Il suo prezioso contributo ha portato frutti tangibili nei settori che le erano stati affidati, con risultati che rimarranno nel tempo e, altri, che si potranno apprezzare nel prossimo futuro. Rosa Maria ha saputo fare squadra adempiendo, oltre l’auspicabile, alle questioni politico-amministrative che via via si presentavano. Ringrazio anche la sua famiglia, per la pazienza dimostrata nell’accettare gli aggravi di responsabilità cui inevitabilmente ci porta il ruolo pubblico e che, pur se involontariamente, ci portano a trascurare i nostri cari".

"Tali dimissioni - commenta il presidente del Consiglio comunale Alberto Tedesco - privano la città di un organo di indirizzo politico in un assessorato cruciale per la nostra Città. A tale assessorato fa riferimento l'ufficio tecnico che, ancora alla data odierna, non ha dato riscontro alle diverse note che ho inviato, dirette ad avere notizie e chiarimenti su questioni importanti per la nostra comunità; sulla manutenzione del verde pubblico nella villa comunale e sul territorio cittadino, sulla verifica dello stato della copertura del palazzetto dello sport Saetta-Livatino, sui guasti, ormai quasi atavici ed inaccettabili, degli ascensori nei locali comunali, che impediscono a chi ha problemi di deambulazione di recarsi negli uffici dell'Ente. Questo inaccettabile silenzio, a cui si aggiungono le dimissioni dell'Ass. Corbo, determina un vuoto politico ed istituzionale che desta grande preoccupazione", conclude Tedesco. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, nel "valzer" di guarigioni e nuovi contagi c'è una nuova vittima: è un grottese

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento