menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto archivio)

(foto archivio)

Difendeva i più deboli, venerdì verrà ricordato Antonio Saccaro

A dieci anni dalla scomparsa, a palazzo Stella, la Cgil commemorerà il dirigente della Camera del lavoro

Sarà ricordato venerdì, alle 16,30, a palazzo Stella, Antonio Saccaro, il dirigente della Camera del lavoro di Canicattì scomparso dieci anni addietro.

La Camera del lavoro di Canicattì è stata sempre un soggetto protagonista della vicenda economica e sociale della città, scrivendo autentiche pagine di storia cittadina negli anni nei quali sono caduti a decine i sindacalisti che sognavano una Sicilia non più feudale.

La strage di Canicattì del 21 dicembre 1947 nella quale persero la vita 3 braccianti ed un carabiniere è il culmine e l’emblema di quella vicenda che si è arricchita di tanti altri episodi che meritano di essere conosciuti e che ci consegnano figure esemplari di dirigenti politici e sindacali: Domenico Cigna,  Domenico “Minicu” Messina, Antonio Mannarà.

Antonio Saccaro veniva da quella storia e per 30 anni ha diretto e continuato quella storia, a difesa dei più deboli. L’iniziativa verrà aperta dai saluti del sindaco Ettore Di Ventura e del presidente del Consiglio Alberto Tedesco. Interverranno l'assessore Enzo Di Natali, Pietro Mangione, Santo Sciortino, Toto Treppiedi, Antonio Maira, Enzo Baldanza e Massimo Raso.

Centrale sarà la relazione di Salvatore Vaiana, autore di numerose pubblicazioni, tra le quali una “Storia della Camera del lavoro di Canicattì”. I lavori saranno conclusi da Saverio Piccione della segreteria Cgil Sicilia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento