CanicattiNotizie

Coronavirus e scuole, Tedesco: "Quali soluzioni sono state adottate in città?"

Il presidente del consiglio comunale: "Quali spazi siano stati individuati per la realizzazione di nuove aule e per scongiurare l’ipotesi, inaccettabile, della realizzazione di doppi turni"

"L’apertura del nuovo anno scolastico presenta diverse problematiche dovute alla normativa in vigore di contrasto alla diffusione del Covid-19. La  ridda di indicazioni, confuse, vaghe e contraddittorie sulle prescrizioni che dovranno essere applicate nelle scuole di tutto il Paese, oltre alla atavica carenza di spazi e risorse che affliggono le strutture scolastiche, questione vergognosamente mai affrontata dalle Istituzioni regionali e nazionali, generano legittime e grandissime preoccupazioni nelle famiglia canicattinesi". Lo scrive Alberto Tedesco, presidente del consiglio comunale di Canicattì. 

"Con riferimento alle scuole di competenza comunale, nella consapevolezza che la problematica gode di una priorità assoluta nella vita della nostra comunità, si chiede quale sia lo stato dell’arte, - prosegue Tedesco - quali soluzioni siano state predisposte in ragione delle interlocuzioni avvenute con i dirigenti scolastici, quali spazi siano stati individuati per la realizzazione di nuove aule per scongiurare l’ipotesi, inaccettabile, della realizzazione di doppi turni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Paura e contagi fuori controllo nell'Agrigentino, Cuffaro sbotta: "La verità? Siamo in mano a nessuno"

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • Coronavirus, i positivi continuano ad aumentare: chiuse piazze e vie e stop alle scuole

  • Incidente sulla statale 115: violento scontro frontale fra auto, due feriti in ospedale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento