rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Canicatti Canicattì

La casa del giudice Livatino "museo della legalità": fatti passi avanti

Il Tar Sicilia ha riconosciuto l'interesse culturale della struttura, quale perfetto connubio tra valenza architettonica e preziosa testimonianza storica

La dimora di famiglia del giudice Rosario Livatino potrebbe diventare presto una "casa museo". La notizia arriva in seguito alla sentenza con cui il Tar Sicilia ha dichiarato i beni di "straordinario interesse culturale e storico" perchè rappresentano un "perfetto connubio tra valenza architettonica e preziosa testimonianza di memoria storica e di avvenimenti socio politici carettirazzanti il territorio di Agrigento e la sua provincia".

Nello specifico, il Tar ha respinto il ricorso proposto dagli eredi per l’annullamento del decreto emesso dall’Assessorato ai Beni culturali, su proposta della Soprintendenza di Agrigento, con il quale era stato riconosciuto l’interesse culturale della casa di famiglia del giudice.

La stessa sentenza ha confermato le motivazioni che hanno spinto la Soprintendenza di Agrigento ad avviare il procedimento di tutela per la dimora.

"La casa, con i suoi ricordi, scritti autografi, foto ed effetti personali, mantenuta nel tempo nella sua immobile integrità, grazie al provvedimento di tutela - fanno sapere dalla Soprintendenza - potrà essere preservata da usi impropri, conservata nei suoi caratteri architettonici originari ed elevata a simbolo di legalità".

Con l'auspicio, si legge in una nota della Soprintendenza, che in futuro possa essere adibita a "casa museo", affinché "fuori da ogni retorica, diventi luogo pulsante per la promozione e diffusione di valori a favore soprattutto delle nuove generazioni perché possano seguire l’esempio di rettitudine, correttezza e statura morale incarnato dalla figura del giudice Rosario Livatino nella sua breve e limpida vita".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La casa del giudice Livatino "museo della legalità": fatti passi avanti

AgrigentoNotizie è in caricamento