Canicatti

Aumento del gettone di presenza, la Procura della Corte dei Conti indaga

Il danno erariale ipotizzato, e dunque risarcibile, è di oltre 300 mila euro. È in corso di notifica a 12 consiglieri comunali in carica nell'ottobre del 2003 l'avviso di fissazione udienza per il procedimento

L'ingresso del Comune di Canicattì

Aumento di oltre il 200 per cento del singolo gettone di presenza per le sedute del Consiglio e di ogni commissione permanente. È in corso di notifica a dodici consiglieri comunali in carica a Canicattì nell'ottobre del 2003 l'avviso di fissazione udienza per un procedimento in cui viene ipotizzato - secondo quanto scrive il Giornale di Sicilia - il danno erariale. Il processo fissato per l'aprile 2017 scaturisce da un'istruttoria avviata dalla Procura della Corte dei Conti in merito alla decisione assunta nella qualità di consiglieri di aumentare il gettone di presenza.

L'istruttoria avviata dai giudici contabili all'inizio aveva portato ad ipotizzare un danno erariale anche di 600 mila euro. Il danno erariale dopo la relazione chiesta dalla magistratura contabile al segretario comunale di Canicattì, nella primavera dello scorso anno, ha ridotto ad oltre 300 mila euro la cifra risarcibile. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aumento del gettone di presenza, la Procura della Corte dei Conti indaga

AgrigentoNotizie è in caricamento