rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022

Viadotto Petrusa chiuso, esplode la protesta dei residenti: "Ci sentiamo presi in giro"

 Gli abitanti di Favara protestano per la chiusura del ponte “Petrusa” che tanti problemi ha causato per la viabilità. Sono passati più di 200 giorni da quando il ponte è stato dichiarato pericolante ed è stato chiuso per essere poi smantellato, ma i cittadini credono ci sia qualcos’altro dietro alla chiusura: “Secondo noi hanno chiuso quel ponte per un errore durante la progettazione del ponte – spiega uno dei cittadini presenti alla protesta tenutasi questa mattina davanti la Prefettura – perché non è possibile che una parte sia pericolante e un’altra no".

VEDI ANCHE: La Cisl: "Nel terzo millennio non possono esserci questi disagi"

In realtà, prima dell'inaugurazione del raddoppiato tracciato della statale 640, venne smontata la parte del viadotto che sovrastava la nuova statale. Anche l'altra parte avrebbe dovuto essere smontata praticamente subito. In realtà non è stato così. Le ditte che si sono occupate del raddoppio non sono, infatti, potute intervenire. 

"Per quanto riguarda la notizia dell’incontro tra Anas e sindaco, arrivata a poche ore della protesta - continua uno dei cittadini - pensiamo sia una presa in giro per farci stare zitti, ma noi continueremo a protestare”. La manifestazione è proseguita per tutta la mattinata fino a quando i rappresentanti dei sindacati e una delegazione di cittadini hanno incontrato il prefetto. 

LEGGI ANCHE: L'Anas presenta il progetto per la compatibilità urbanistica 

Video popolari

Viadotto Petrusa chiuso, esplode la protesta dei residenti: "Ci sentiamo presi in giro"

AgrigentoNotizie è in caricamento