Il caso del ponte Morandi, Mareamico: "L'Anas ha smentito se stessa, ora si abbatta"

Il presidente dell'associazione Claudio Lombardo: "Non si sprechino 30 milioni per un cadavere"

 

"Quando abbiamo realizzato il reportage per dire che il viadotto Morandi aveva dei pilastri in pessime condizioni, l'Anas ha rassicurato tutti dicendo che si trattava solo di un problema estetico. Quando si è mossa la Procura della Repubblica, nel giro di poche ore ne è stata disposta la chiusura ed è arrivata l'ammissione dei danni strutturali".

Lo dice il presidente dell'associazione ambientalista Mareamico, Claudio Lombardo, che rilancia con forza la proposta di abbatterlo. "Che senso ha - si chiede - spendere 30 milioni per un cadavere? Gli esperti dicono che il calcestruzzo, al massimo, può avere una vita di 70 anni". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento