Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Valorizzato il legame della città antica con il Mediterraneo: ecco l'Antiquarium del mare

Il polo museale - dedicato alla memoria di Daniele Valenti - è stato realizzato in prossimità del tempio dei Dioscuri

 

E' stato inaugurato l’Antiquarium del Mare dedicato alla memoria di Daniele Valenti, funzionario della Soprintendenza e tecnico subacqueo, recentemente scomparso. Con l’Antiquarium del Mare, il Parco Valle dei Templi arricchisce l’offerta culturale ai visitatori, valorizzando il legame della città antica con il Mediterraneo. Il mare oltre la Valle, il tema del percorso espositivo, racconta il patrimonio archeologico sommerso proveniente dal litorale agrigentino: le ancore delle navi che nei secoli hanno solcato il nostro mare, le anfore, che trasportavano il vino e l’olio da un porto all’altro, l’artiglieria del relitto della Bottazza, rinvenuto a poca distanza da San Leone. Questi i reperti in mostra, frutto degli scavi della Soprintendenza di Agrigento e della Soprintendenza del Mare, a cui Daniele Valenti diede un decisivo contributo, ma anche dei recuperi della Lega navale o delle forze dell’ordine.

Il progetto nasce dalla volontà dell’assessore regionale ai Beni culturali Sebastiano Tusa e dall’impegno comune del Parco e della Soprintendenza di Agrigento e della Soprintendenza del Mare di realizzare uno spazio dedicato all’archeologia subacquea e a quanti si spendono con generosità per la tutela di questo patrimonio, così difficile da salvaguardare.

Alla memoria di Daniele Valenti è stato associato, in unico tributo commosso, il ricordo per Sebastiano Tusa che volle e sostenne con forza questo Antiquarium tutto agrigentino.

L’Antiquarium sarà visitabile, ogni giorno, dalle ore 9 alle 14. Sarà certamente un nuovo, importante, traino per il turismo. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento