Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Arrivano nuovi migranti a Villa Sikania, i siculianesi: "Non siamo razzisti ma il centro va chiuso"

Dopo l'arrivo di 40 profughi si teme una nuova invasione. La protesta: "Non possiamo ospitare 300 persone in un paese di 4000 abitanti"

 

Il trasferimento dei 40 migranti che da ieri sera sono accolti nel centro "Villa Sikania" di Siculiana è l'argomento del giorno nel piccolo centro agrigentino. Facendo un giro lungo le strade di Siculiana è tangibile il malumore degli abitanti che già in passato, con una manifestazione pubblica, avevano chiesto la chiusura della struttura di accoglienza. "Non siamo razzisti, ma non possiamo ospitare 300 persone in un paese di 4000 abitanti" - questa in sintesi è stata la spiegazione dei cittadini ai microfoni di AgrigentoNotizie - .

Il sindaco: "Non sono state rispettate le promesse"

"Noi festeggiamo un Cristo nero, secondo lei possiamo essere mai razzisti?" - questa è stata la risposta di un cittadino che ha parlato solo a microfoni spenti - . C'è preoccupazione tra gli abitanti di Siculiana perchè, secondo molti, i trasferimenti a Villa Sikania, in virtù anche dei possibili mutamemti politici in ambito governativo, potrebbero continuare anche nei prossimi giorni. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento