Sequestro di persona e violenza sessuale, il bracciante agricolo bloccato dai carabinieri confessa

A vivere ore di terrore è stata una romena di 29 anni che è stata attirata nell'abitazione dell'uomo per effettuare, a pagamento, pulizie

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

I carabinieri della compagnia di Canicattì hanno rastrellato l'intero territorio comunale e si sono concentrati soprattutto sul quartiere indicato dalla ventinovenne che era finita in ospedale dopo essere stata ripetutamente violentata. In mano, i militari avevano un identikit e la descrizione degli indumenti che l'uomo indossava. 

"Vieni a fare le pulizie a casa mia": 29enne minacciata di morte e stuprata, arrestato

Ci hanno impiegato un'ora, - un'indagine fulminea - i militari dell'Arma a rintracciare il trentanovenne, di origini romene, che è stato arrestato per sequestro di persona e violenza sessuale. Il bracciante agricolo di 39 anni ha anche ammesso - davanti ai carabinieri - le proprie responsabilità. 

A vivere ore di terrore è stata una romena di 29 anni, domiciliata nei pressi di Canicattì, che è stata attirata nell'abitazione dell'uomo per effettuare, a pagamento, pulizie. Ma è stata bloccata, terrorizzata e minacciata di morte e alla fine è stata costretta a subire, per alcune ore, ripetuti atti sessuali. 

Potrebbe Interessarti

  • Tentato furto a San Leone, inseguimento e incidente: uno è stato arrestato, l'altro è ricercato

  • Le fiamme distruggono i grani antichi della Valle dei Templi, raccolto andato in cenere

  • Ha salvato una donna dopo l'esplosione, l'ambulante senegalese: "Urlava aiuto, le ho strappato i vestiti in fiamme"

  • Tataratà annullato, mentre Casteltermini canta e prega in piazza si fa duro lo scontro fra assessore e sindaco

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento