Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Uso responsabile di internet, il vice questore Re ai giovani: “Attenti a non farvi utilizzare dal web”

L'appello alle famiglie: "I ragazzi non sono liberi di fare qualsiasi cosa, ma sono responsabili di quello che fanno e sono rintracciabili per quello che hanno fatto”

 

Instaurare un dialogo fra educatori, genitori e figli per sensibilizzare le nuove generazioni ad un uso responsabile delle moderne tecnologie di comunicazione e dei social network. Questo è l’obiettivo dell’associazione “Generazioni consapevoli” di Agrigento che, grazie all’ausilio di professionisti del settore, propone dei seminari tematici . Nell’aula magna del plesso scolastico “Vincenzo Reale” di Fontanelle si è appunto parlato dei rischi a cui sono soggetti i minori che navigano su internet. Relatori dell’incontro, tra gli altri, sono stati il presidente della neonata associazione, Achille Furioso, il sociologo e docente universitario, Francesco Pira e il vice comandante della polizia Postale per la Sicilia Occidentale, il vice questore Francesco Re.

Il dirigente della sezione della polizia di Stato, specializzata proprio nel contrastare i pericoli che corrono sul web, dai microfoni di AgrigentoNotizie lancia un appello alle famiglie: "Bisogna fare capire ai genitori – ha detto il vice questore – che i ragazzi, attraverso internet, non sono liberi di fare qualsiasi cosa ma sono responsabili di quello che fanno e sono rintracciabili per quello che hanno fatto”. Rivolgendosi invece ai giovani fruitori del web, il vice comandante Re ha detto: ”L’utilizzo del web deve essere razionale, fattivo e utile e bisogna utilizzare il web per tutti i vantaggi che può dare, ma attenti a non farsi utilizzare dal web”. 
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento