Pensionato scomparso, le ricerche proseguono e gli interrogativi si moltiplicano

Le ricerche vanno avanti. Carabinieri e polizia municipale di Racalmuto, assieme ai vigili del fuoco, alla Protezione civile e ai gruppi di volontari, non sono intenzionati a desistere. Giuseppe Alaimo, pensionato di 62 anni, non è stato ancora rintracciato. Ma i soccorritori - impegnati da cinque giorni consecutivi ed oggi è il sesto - non mollano. 

Certo è anche che gli interrogativi si moltiplicano. Il pensionato si è davvero potuto allontanare autonomamente? E come ha fatto? Visto che non aveva una macchina, né nessun altro mezzo di locomozione. Ha forse preso un treno? E' stato magari trovato senza biglietto ed è stato fatto scendere in qualche stazione dell'hinterland? O gli è successo qualcosa di tragico?

A Racalmuto arriva anche il prefetto 

Nessuna risposta, naturalmente. Non al momento. E il mistero, con il passare dei giorni, si infittisce. Era il 19 gennaio quando alla stazione dei carabinieri di Racalmuto veniva denunciata, da parte dei familiari, la scomparsa. Immediatamente sono state attivate le ricerche dai carabinieri di Racalmuto e da quelli della compagnia Canicattì. Sono stati sentiti parenti, vicini di casa, conoscenti dell'uomo. Sono state ricostruite - laddove possibile - le sue abitudini. Sei giorni fa ormai, è stato attivato il piano provinciale per le ricerche delle persone scomparse.  A pianificarlo i carabinieri e la Prefettura. 

Oltre a numerosi gruppi di volontari di Porto Empedocle, Camastra, Agrigento e Santa Elisabetta, sono state impiegate anche varie unità cinofile dei carabinieri, dei vigili del fuoco e della Protezione civile. Fra queste anche alcuni cani che hanno effettuato i soccorsi ad Amatrice. 

Oggi, a Racalmuto, entrerà in azione anche il cane molecolare della polizia di Stato. 

Video popolari

Pensionato scomparso, le ricerche proseguono e gli interrogativi si moltiplicano

AgrigentoNotizie è in caricamento