Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La protesta dei sindaci per le statali incomplete, Firetto:"Siamo isolati, non possiamo pensare al futuro"

Il primo cittadino attacca il Governo nazionale, accusato di aver fatto solo proclami

 

Una città che cresce sul fronte dei flussi turistici, con una Valle dei Templi che mai come ora è punto d'attrazione in Italia e nel Mondo, tagliata fuori dai grandi aeroporti dell'Isola e priva di collegamenti veloci con le principali città. E' questa la denuncia fatta sul palco della manifestazione contro i ritardi nel raddoppio della 640 e della mantenzione straordinaria della 121 dal sindaco di Agrigento Lillo Firetto.

Sindaci, associazioni e sindacati, tutti in piazza per sbloccare i cantieri

Il primo cittadino, nel ribadire la necessità di fare rete e nel sottolineare come l'attenzione dei sindaci e dei territori abbia portato oggi al risultato, almeno annunciato, di un intervento a breve termine per far ripartire i cantieri, non ha lesinato critiche nei confronti del ministro alle Infrastrutture del Movimento 5 Stelle Danilo Toninelli, che però non ha mai citato direttamente.

"Nonostante visite turistiche di alcune figure istituzionali nei cantieri - ha detto - oggi registriamo un fermo totale, con cantieri bloccati e lavoratori che incrociano le braccia e imprese sul lastrico".

Firetto ha inoltre accusato "importanti figure istituzionali di questo Paese" di usare come strategia sempre l'accusa nei confronti di chi ha amministrato prima di loro.

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento