Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Il popolo delle due ruote protesta contro le ordinanze, Cappello: "Chiudere tutto non è una soluzione"

Oltre un centinaio tra ciclisti e centauri si sono incontrati al viale della Vittoria per una marcia che li ha portati fino a San Leone

 

"Questa manifestazione nasce in tre giorni, quindi se vedo più di cento persone posso dirmi contento della riuscita perché vuol dire che la gente ha capito lo spirito dell'iniziativa. che nasce come un moto di protesta interiore mio e sono oggi pronto e anche chi sta con me a parlare con l'amministrazione e i dirigenti per trovare soluzioni condivise. Attendo un cenno da parte di chi di competenza".

Così Pierluigi Cappello, avvocato e responsabile di Confconsumatori di Agrigento, organizzatore della protesta di oggi pomeriggio, lancia il proprio "guanto di sfida" al Comune affinché si esca da una situazione che lui definisce senza mezzi termini di immobilismo. Il corteo, composto da un centinaio tra moto e bici, è partito dal viale della Vittoria e ha raggiunto San Leone dopo una tappa davanti al Palazzo dei Giganti. La protesta, organizzata sui social e intitolata "Agrigento alza la testa" ha insomma trovato piena condivisione da parte dei cittadini, soprattutto quelli muniti di due ruote e che oggi si trovano a dover calcolare prima i percorsi da attraversare per scavalcare le aree off limits.

"Chiudere non è una soluzione. La soluzione è riparare, ragionarne, convocare le parti e chiedere quali siano le soluzioni. Hanno un bel dire a schermarsi dietro un 'non possiamo garantire la sicurezza' - continua Cappello -. Si può garantire in tanti modi. Quello che chiedo è che prima di chiudere si possa dimostrare che è stato fatto tutto il possibile per ottenere finanziamenti necessari. Se la situazione di pericolo è tale e non ci sono soluzioni, si coinvolga la Protezione civile, ma qualcosa si deve fare. Non è possibile che Agrigento sia lasciata a sè stessa, che venga chiusa per la tranquillità di qualcuno che è pagato per prendersi responsabilità".

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento