Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Duecento chili di cioccolato per il dolce presepe, don Enzo: "Un lavoro durato due mesi"

 

La Porta d’Europa, la Valle dei Templi, la Chiesa Madre e tanto altro: sono soltanto alcune delle rappresentazioni di cioccolato presenti in uno dei presepi più originali. Quello di San Giacomo è la riproduzione più golosa del presepe. Vere e proprie opere d’arte realizzata con “dolcezza”. Si, perché il materiale predominante è il cioccolato. “Abitiamo il nostro territorio – ha detto Don Enzo Fazio – abbiamo voluto realizzare la nostra diocesi e la nostra provincia di Agrigento. Abbiamo voluto mettere a fuoco i monumenti che caratterizzano la nostra città. Abbiamo utilizzato più di duecento chili di cioccolato, in tanti hanno lavorato per noi”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento