Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ha reso la città universale": gli empedoclini commossi ricordano Nenè Camilleri

I concittadini del maestro si stringono al dolore dei familiari: "Una persona bravissima che non ha mai dimenticato la sua realtà"

 

E’ lutto a Porto Empedocle, la comunità si stringe attorno al dolore dei familiari del maestro Andrea Camilleri. “Ha reso questa città universale” – dice il sindaco Ida Carmina che, simbolicamente, ha reso omaggio allo scrittore deponendo un mazzo di rose rosse ai piedi della statua del commissario Montalbano.

Andrea Camilleri è morto, si spegne l'ultimo grande vecchio della letteratura

In via Roma, il  salotto di “Vigata”, è ancora vivo il ricordo di “Nenè” così era chiamato Andrea Camilleri nella sua città. In molti lo ricordano passeggiare per il centro e incoraggiare i giovani empedoclini a non fermarsi. 

Quando Camilleri rischiò di essere ucciso durante la prima strage di mafia: salvato da San Calò

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento