Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

A Favara si discute di legalità e libertà, Paolo Borrometi: "I cittadini hanno il diritto di conoscere la verità"

All'incontro promosso dall'ordine francescano secolare era presente anche il magistrato Laura Vaccaro

 

Si è parlato di tutte le espressioni di libertà al teatro San Francesco di Favara in un incontro dibattito  promosso dall'ordine francescano secolare e dai frati minori del locale convento. Coinvolti nell'iniziativa, sono stati gli alunni di diversi istituti scolastici cittadini.
Momenti di riflessione sono stati decicati al principio di  legalità e al sacrificio dei martiri della Giustizia che hanno pagato con la vita
il frutto del proprio impegno. Alla vigilia del 27esimo anniversario della strage di Capaci, sono stati ricordati i giudici Falcone e Morvillo, unitamente agli agenti  di scorta barbaramente assassinati. Un pensiero è andato anche al piccolo Stefano Pompeo, vittima innocente di mafia e al 
giudice Rosario Livatino. Testimonial di legalità sono stati l'attuale procuratore capo presso il tribunale per i minorenni di Caltanissetta, Laura Vaccaro a cui si associa  un episodio di cronaca legato proprio alla sala teatrale di Favara, che fu incendiata nel novembre del 2008 alla vigilia  di un convegno antimafia a cui doveva partecipare la stessa Vaccaro e i suoi collegi Franca Imbergamo e Gian Carlo Caselli.

A Favara era  presente anche il giornalista ragusano Paolo Borrometi, sotto scorta dal 2014 per le minacce dovute ad una sua 
inchiesta che aveva portato allo scioglimento, per infiltrazioni mafiose, del Comune di Scicli. "In questo momento la libertà di pensiero e di opinione - ha risposto alla specifica domanda Borrometi - ha un costo altissimo, c'è qualcuno che pensa che i giornalisti dovremmo essere relegati all'idea del potente di turno, io invece penso - ha aggiunto - che il giornalismo debba essere il cane da guardia della democrazia".

Potrebbe Interessarti

  • "E' un uomo d'onore, femmine e bambini non si toccano": le intercettazioni

  • Dieci anni de "Il volo", Naro abbraccia il suo Piero Barone: "L'amore per il mio paese non finirà mai"

  • "Vuoi sposarmi?", romantica proposta di matrimonio all'alba nella Valle dei Templi

  • Il narese Carlo scomparso nel lago di Castel Gandolfo, la cugina: "Vengano accertate le eventuali responsabilità"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento