Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Essiccavano la marijuana fra i grappoli d'uva e i rami del vigneto", arrestati zio e nipote

Ben 20 i chili di "erba" che sono stati sequestrati dai carabinieri della stazione di Palma di Montechiaro

 

Sarebbe stato un raccolto di uva “aromatizzata” alla marijuana. I carabinieri hanno scoperto nelle campagne di Palma di Montechiaro della marijuana appesa ad essiccare fra i grappoli d'uva e i rami del vigneto. Due le persone arrestate: zio e nipote.

Ben 20 i chili di "erba" che sono stati sequestrati perché, oltre alla marijuana posta ad essiccare, da un casolare sono saltati fuori dei sacchi contenenti sempre lo stesso tipo di sostanza stupefacente. Già essiccata però.

Sequestrati 20 chili di marijuana, avrebbero fruttato 100 mila euro 

Ad essere arrestati in flagranza di reato - per l'ipotesi di reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti - sono stati Gioacchino Mangiavillano, 52 anni, e Angelo Mangiavillano di 30 anni. Il sostituto procuratore di turno, titolare del fascicolo d'inchiesta immediatamente aperto, ha disposto - per entrambi - gli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida.

Il comando provinciale dell'Arma dei carabinieri ha stimato che il quantitativo di droga sequestrato, una volta smerciato al dettaglio, avrebbe potuto fruttare circa 100.000 euro.

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento