Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da Palermo a Pechino col pandino, il ritorno di Cipolla ad Aragona

È stato riabbracciato come un divo: ad accoglierlo una grande folla

 

Giovanni Cipolla, il nuovo Marco Polo, è tornato nella sua Aragona. “Ce l’abbiamo fatta, finalmente a casa”. Con queste parole ha salutato amici e parenti che lo hanno accolto al suo arrivo con il pandino.

Da Palermo a Pechino col pandino, il viaggio avventura di tre giovani: c'è un agrigentino

È stato riabbracciato come un divo. Giovanni ha avuto abbracci e baci per tutti. E ad aspettarlo c’era proprio una grande folla, che non smetteva mai di applaudire. A dargli il benvenuto anche la voce di uno speaker al microfono. 

"A Pechino col pandino", gli "eroi" lasciano l'Italia e approdano in Grecia

“Grazie dell’accoglienza – ha detto Cipolla – sono qui in fase di assestamento. Di tutto il viaggio, quello che più ricordo, sono i giorni in Mongolia. Sono quelli che mi hanno colpito maggiormente per le sensazioni, per l’ambiente, per quelle terre così lontane. Fino a prima di partire, gli amici hanno creduto in me e mi hanno sostenuto in questa impresa”.

Da Palermo a Pechino ma senza il pandino, l'agrigentino fa partire una raccolta fondi

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento