Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Natale è corsa ai regali, appello del Comune: "Pensate anche ai bambini meno fortunati”

Aderendo all’iniziativa “il regalo sospeso” gli agrigentini potranno fare un dono alle famiglie che versano in condizioni di disagio economico e che, altrimenti, non potrebbero garantire un dono di Natale ai propri figli

 

Scade domani, domenica 20 dicembre, l’iniziativa benefica “il regalo sospeso” lanciata dal Comune di Agrigento e che mira a regalare un sorriso ai bambini meno fortunati.  I cittadini, possono recarsi in una delle nove attività commerciali aderenti, e acquistare un giocattolo in sospeso. Il regalo sarà poi consegnato dalle associazioni di volontariato alle famiglie che versano in condizione di disagio economico. 

Solidarietà, per Natale c’è il “Regalo sospeso”: appello al buon cuore dei cittadini
Solidarietà, per Natale c’è il “Regalo sospeso”: appello al buon cuore dei cittadini

Potrebbe interessarti: https://www.agrigentonotizie.it/video/regalo-sospeso-natale-poverta-bambini-agrigento.html

Alla vigilia dunque della scadenza dell’iniziativa, l’assessore alla Solidarietà sociale Marco Vullo e quello alle Attività Produttive, Francesco Picarella, dai microfoni di AgrigentoNotizie rinnovano l’appello al buon cuore degli agrigentini.

"Sono giorni frenetici perché siamo alle porte di un lockdown – spiega l’assessore Vullo – quindi chiediamo, a chi può, di continuare a donare per potere arrivare a quei bambini meno fortunati e fare loro un bel regalo”. “Gli agrigentini – ha evidenziato invece l’assessore Picarella – hanno sempre dimostrato di  avere un grande cuore e sono sicuro – ha aggiunto – che penseranno anche a questi bambini e ai loro doni di Natale”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento