Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mai più cellulari scarichi e città sempre più smart, ecco come Naro punta tutto sui servizi

Nella principale piazza del centro barocco la stazione di ricarica elettrica è gradita dai visitatori

 

I servizi destinati ai turisti sono ormai condizione essenziale per una sana politica di sviluppo del territorio perché, spesso, può anche non bastare la sola presenza di beni culturali di prestigio per sancire il successo di pubblico di una località. Il ventaglio dei servizi, in ambito turistico è ampio e complesso. Si va dalle necessarie infrastrutture strategiche per i collegamenti come ad esempio: aeroporti, stazioni ferroviarie e di pullman, agli “accessori” più semplici ed economici volti ad agevolare e facilitare il soggiorno dei visitatori.

Cellulare scarico? Non è un problema a Naro: c'è la "charging station"

Questa in sintesi deve essere stata la riflessione del sindaco di Naro,  Maria Grazia Brandara, che dopo la sua elezione avvenuta nello scorso mese di aprile, tra i primi atti prodotti in Municipio c’è stato quello che ha portato all’installazione, nella piazza principale del paese, di una stazione di ricarica elettrica per gli apparecchi che hanno un ingresso Usb.  Da qualche settimana, in piazza Garibaldi, è possibile ricaricare fino a quattro smartphone contemporaneamente. Una comodità che sicuramente non incrementa le presenze turistiche di Naro ma che piace tanto ai visitatori che usufruiscono gratuitamente di questo servizio. L’utilità di una postazione di ricarica elettrica pubblica non si discute, basta pensare ad esempio a quando si resta a corto di batteria e,  per varie ragioni, c’è la necessità di utilizzare uno smartphone o un tablet. “Con poche centinaia di euro, abbiamo potuto realizzare un servizio che è molto utile per la collettività e per i turisti” - ha spiegato ai microfoni di AgrigentoNotizie il sindaco Brandara - .  

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento