Mercoledì, 16 Giugno 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Musumeci: "Livatino ucciso perché rappresentava un simbolo credibile di lotta alla mafia"

Il presidente sulle polemiche sul ruolo della magistratura ha replicato: "Ci sono sempre stati i nei, ma la magistratura merita la nostra considerazione al di là delle pecore nere"

"Un modello di giustizia coniugata al dono della fede. Livatino ha saputo dimostrato come possono essere concilianti la parola di Cristo con il dovere di obbedire alle leggi dell'uomo. La mafia per questo lo ha messo fuori gioco, perché era un simbolo e una testimonianza". Così, poco prima della celebrazione della beatificazione di Rosario Livatino, il presidente della Regione Nello Musumeci.

Il giudice Rosario Livatino è beato: il 29 ottobre sarà il giorno della sua festa

"Può servire ad invitare alla riflessione per i tanti che non hanno compreso che soltanto se si sta dalla parte dello Stato si può sconfiggere la mafia" ha continuato Musumeci che, sulle polemiche sul ruolo della magistratura ha replicato: "Ci sono sempre stati i nei, ma la magistratura merita la nostra considerazione al di là delle pecore nere".

Pietro Grasso su Livatino: "La magistratura ha bisogno di questi simboli"

Si parla di

Video popolari

Musumeci: "Livatino ucciso perché rappresentava un simbolo credibile di lotta alla mafia"

AgrigentoNotizie è in caricamento