Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Utopia Fest, nel quartiere Esseneto un murales in memoria dei migranti morti in mare

Altre due grandi opere di street art racconteranno di Agrigento e della sua storia

 

Utopia Fest, il festival che ad Agrigento celebra il paesaggio, è anche street art, da questa mattina, writer in azione in tre aree urbane. In via Manzoni, sul prospetto della palazzina del numero civico 203, “Setter” lavora al murales “Salvami. “Si tratta di un monito /monumento – dice ad AgrigentoNotizie il direttore artistico, Andrea Tripaldi – ai tanti morti dei naufragi che avvengono nel Mediterraneo. Lo scopo – ha aggiunto Tripaldi – è quello di ricordarci che Agrigento è nata grazie ad un miscuglio di popoli  e che è importante, oggi, ricordare e che non bisogna mai rifiutare chi ci pare diverso”.

Un manifesto all’accoglienza dunque quello che prende forma nella palazzina limitrofa allo stadio Esseneto.  Altri due murales saranno realizzati rispettivamente  in via Europa, dal tema “restiamo umani” e in via Crispi che vedrà i simboli della città, dalla su fondazione ad oggi. Le opere saranno completate entro domenica prossima 8 settembre, giorno quest’ultimo di chiusura di “Utopia fest”. 
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento