Mercoledì, 16 Giugno 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Michele Placido sceglie la città per una fiction su Livatino, il regista: "Questa Provincia deve fare un salto di qualità”

L'attore e regista pugliese è giunto ad Agrigento per partecipare alla beatificazione del magistrato e per portare avanti il progetto televisivo che tra gli sceneggiatori vede anche la partecipazione del regista favarese Toni Trupia

A 37 anni dal lancio della serie televisiva “La piovra” Michele Placido torna sul piccolo schermo con una fiction sul giudice Rosario Livatino. L'attore e regista pugliese è giunto oggi ad Agrigento per partecipare, domani in cattedrale, alla beatificazione del magistrato canicattinese.

Un lavoro di ricerca storica quello voluto da Placido che racconterà la figura del giudice ragazzino contestualizzata nel periodo storico della sua attività di magistrato in un territorio marcato dalla sanguinosa guerra di mafia tra Cosa Nostra e la Stidda. Tra gli sceneggiatori della fiction prodotta dalla Rai anche il favarese Toni Trupia.

Un monumento dedicato al giudice Livatino a Fontanelle: inaugurato il giardino della legalità

Michele Placido ha incontrato il sindaco di Agrigento Franco Miccichè al quale è stato illustrato il progetto televisivo. Il set, per come annunciato dai microfoni di AgrigentoNotizie dallo stesso regista, sarà l'agrigentino, la durata prevista delle riprese è di circa un anno, probabilmente due saranno le puntate che saranno trasmesse da Rai Uno.

“Mi sento onorato di poter fare una serie televisiva sulla figura straordinaria di Rosario Livatino - dice Placido - che ha dato l'esempio su cosa vuol dire essere un magistrato in quei tempi che sono stati memorabili per la storia della mafia. Ora finalmente, attraverso la chiesa questa figura si riscopre e il giudice ragazzino diventa un gigante”. sulla scelta del set il regista ha aggiunto che "Sarà Agrigento perché è qui che sono cresciuto culturalmente grazie a Pirandello. Agrigento si dovrà assumere importante, quella di una provincia siciliana che deve fare un grande salto di qualità”.

Un monumento dedicato al giudice Livatino a Fontanelle: inaugurato il giardino della legalità

Potrebbe interessarti: https://www.agrigentonotizie.it/video/inaugurazione-monumento-rosario-livatino-fontanelle.html

Si parla di

Video popolari

Michele Placido sceglie la città per una fiction su Livatino, il regista: "Questa Provincia deve fare un salto di qualità”

AgrigentoNotizie è in caricamento