Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lampedusa non dimentica, Pietro Grasso: "E' un giorno di grande dolore"

 

Nella giornata della memoria sull’isola, tra gli altri, il presidente del Senato, Pietro Grasso e il ministro della Pubblica istruzione Valeria Fedeli. 

"Davanti a questo mare di Lampedusa ci sono 30 mila morti e sono solo quelli contati – ha detto il cardinale Montenegro davanti alla porta d’Europa - ma ve ne sono altrettanti non contati. Vogliamo e dobbiamo smettere di contare i morti. Bisogna abbattere i muri e i reticolati che ingabbiano anche i cuori e continuano a uccidere. Dobbiamo dire con forza 'Mai più morti'. Tutti devono sopravvivere e avere speranza'. Questa Europa stanca e debole deve cambiare. Questa Porta d'Europa deve restare aperta, qualcuno vorrebbe chiuderla, ma dobbiamo impedirlo".

Alla giornata della memoria delle vittime dell’immigrazione, il presidente del Senato, Grasso, non ha nascosto al sua emozione: "È un'emozione diversa essere sui luoghi che costituiscono la fine dell'Europa, il confine dove ci sono principi e valori che i nostri padri fondatori hanno realizzato con quest'Unione. 

LE IMMAGINI

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento