Il "giallo" di Gessica, nuove accuse per l'ex compagno Filippo Russotto

E' indagato anche per maltrattamenti che avrebbero causato la morte della ventisettenne e per occultamento di cadavere

 

Puntano ancora su Filippo Russotto, l'ex compagno di Gessica, le indagini sulla scomparsa della ventisettenne dissoltasi nel nulla dallo scorso 12 agosto da Favara. Ad accendere, di nuovo, i riflettori sul "giallo" della scomparsa è stata, questa sera, la trasmissione "Quarto Grado".

Il padre di Gessica: "Ho sospetti su tre persone, farò le mie indagini" 

"Non possono puntare il dito su di me. Non è giusto! - ha detto, ai microfoni dell'inviato Simone Toscano, Filippo Russotto - . Io sono una povera vittima, sono innocente e loro lo sanno". Filippo Russotto era stato già iscritto nel registro degli indagati per sequestro di persona e sfruttamento della prostituzione. Ora è indagato anche per maltrattamenti che avrebbero causato la morte di Gessica e per occultamento di cadavere. "Qualche schiaffo per il bene suo - ha detto Russotto, sempre ai microfoni di Quarto Grado - . Che trovassero quello giusto". 

Ispezionate decine di case abbandonate, nessun indizio 

La notizia delle nuove accuse lascia di stucco - ha ricostruito il giornalista di Quarto Grado - la mamma di Gessica Lattuca che non crede alla colpevolezza di Filippo. "Chi le ha fatto del male, la deve avere sulla coscienza" - ha detto la mamma della ventisettenne - . Una donna che, inevitabilmente, comincia a perdere la speranza di ritrovare in vita la figlia. "Fino ad oggi, Filippo, per me, ha la coscienza pulita" - ha detto Enzo Lattuca, fratello di Gessica - . 

La nuova scritta sul muro, indagini sulla grafia e sul nominativo 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento