Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attenti solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Buche e divieti, Firetto: "Trovate i soldi e io provvederò a bitumare le strade"

Il sindaco ha risposto anche sul tema della pulizia della città: "Il personale o bonifica le discariche o spazza"

 

Strade impraticabili per la presenza di buche, città invase dalle discariche abusive, il sindaco Lillo Firetto risponde sulle principali criticità che oggi attanagliano Agrigento, ma, in entrambi i casi, calcia la palla a fondo campo, come nelle migliori tecniche di catenaccio calcistico.

"Mi viene detto: si tappano le buche, ma perché non si fanno le strade nuove? Vorrei tanto - dice -, ma non ci sono i soldi. Quando ci aiuteranno a trovare i soldi, quando si troveranno i soldi si risolverà il problema del Paese, dato che questa è una nazione dove non si fanno le manutenzioni. Nella nostra città sta poi succedendo un'altra cosa: una sentenza ha determinato che il dirigente e il responsabile della posizione organizzativa, senza sentire l’Amministrazione, per quanto previsto dalla legge, ha provveduto a chiudere delle strade. Io non ce l’ho con loro che mettono le mani avanti di fronte a sentenze di questo tipo chiudendo le strade, ma questo è sbagliato perché ogni caso ha le sue tipicità ed è quindi possibile individuare delle soluzioni alternative".

Rispetto alle discariche la linea di fondo è la medesima seguita da mesi: la coperta è corta, gli operatori (che pure in più occasioni sono stati definiti abbondanti per l'attività da svolgere) non sono bastevoli per bonificare gli accumuli di rifiuti lungo le strade e contemporaneamente fare lo spazzamento e il diserbo (che in realtà si sta svolgendo con personale aggiuntivo).

"Stiamo dando una spinta importante per il potenziamento della pulizia delle discariche - ha detto Firetto -. Sapevamo che in estate le criticità sarebbero peggiorate soprattutto nelle zone rivierasche, con persone che vengono da fuori, non hanno mastello e scelgono la comoda via dell'abbandono per strada. Rispetto alle criticità - continua - non abbiamo un esercito che si dilata, quindi il personale o diserba o raccolgono i rifiuti, 120 sono e 120 restano non potendo cambiare il contratto in corso d'opera. Se tolgono i sacchetti perché gli incivili li abbandonano non possono spazzare e oggi è prioritario garantire la bonifica del territorio". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento