Truffe on line, ventottenne si tradisce con una telefonata fatta nella sala d'attesa della tenenza

Mentre aspettava d'essere sentito avrebbe concordando le modalità di vendita di una lussuosa imbarcazione

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Si sarebbe tradito da solo. Mentre i carabinieri avevano iniziato a convocare alcune persone ritenute potenzialmente sospette, mentre era seduto nella sala d'attesa della tenenza, avrebbe telefonato a quella che sarebbe stata la sua ulteriore vittima, concordando le modalità di vendita di una lussuosa imbarcazione. La conversazione telefonica è stata captata da un carabiniere in quel momento in servizio all’interno della caserma che ha subito avvisato i colleghi incaricati delle indagini. Da questo momento in poi, per i carabinieri della tenenza di Favara è stato facile sviluppare le successive attività investigative, coordinate dalla Procura della Repubblica di Agrigento. Indagini che hanno permesso d'accertare la presunta responsabilità del ventottenne in sette episodi di truffa aggravata, che gli avrebbero consentito di racimolare un bottino di circa 9.000 euro.

"Scoperte 7 truffe on line che hanno fruttato 9 mila euro", arrestato 28enne

E' in esecuzione di un provvedimento, emesso dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Agrigento, che Nicolò Pollicino, 28 anni di Favara, è stato arrestato e collocato ai domiciliari. 

Potrebbe Interessarti

  • Scomparsa di Gessica Lattuca, Russotto rompe il silenzio: "Mandate i Ris anche dai suoi conoscenti"

  • Tentato furto a San Leone, inseguimento e incidente: uno è stato arrestato, l'altro è ricercato

  • Le fiamme distruggono i grani antichi della Valle dei Templi, raccolto andato in cenere

  • Sequestro di persona e violenza sessuale, il bracciante agricolo bloccato dai carabinieri confessa

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento