rotate-mobile

"Favara for Ukraina", è partito dalla Polonia il bus per portare in Sicilia i rifugiati

Tante donne con bambini e adolescenti, ma anche anziane. Alcuni hanno portato con sé anche un cane. Il mezzo è adesso già in viaggio e si attende l'arrivo per sabato

Il pullman della missione umanitaria "Favara for Ukraina" e' arrivato a Lublino dove, nel parcheggio di un centro commerciale, era atteso da donne e bambini in fuga dall'Ucraina e dalla guerra. Alcuni piccoli, infreddoliti e spaventati, sono scoppiati a piangere, cosi come le loro mamme per le quali l'autobus partito da Favara rappresenta la salvezza da quello è un teatro di guerra alle porte dell'Europa.

Florinda Saieva, la mamma della sedicenne Carla Bartoli che ha fatto la raccolta fondi per soccorrere i profughi ucraini, sta adesso identificando e registrando le persone che saliranno sul mezzo. A controllare le operazioni anche la polizia.

"Favara for Ukraina", il bus imbarca i rifugiati

Della traduzione si occupa invece l'ex ciclista professionista Sergii che è stato il punto di contatto fra la famiglia Bartoli e quanti sono in fuga dalla guerra. Fra coloro che sono saliti sul pullman, in tanti stringevano in mano passaporto e titoli di studio.

Sul bus della missione umanitaria anche tre cagnolini con i loro padroni. All'interno del palasport, davanti il quale i profughi attendevano l'arrivo del bus, un punto di raccolta di mamme e bambini che attendono, stringendosi forte fra le coperte, altri mezzi di salvezza.

Video popolari

AgrigentoNotizie è in caricamento