Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Operazione "Kerkent", la Dia: "Il boss era pronto ad uccidere i bambini"

Sono 32 persone ritenute responsabili di associazione mafiosa, partecipazione e concorso in associazione per delinquere finalizzata al traffico ed allo spaccio di sostanze stupefacenti

 

I dettagli della maxi operazione "Kerkent" sono stati illustrati nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta quest'oggi a Palermo. La Dia ha eseguito, fra Agrigento, Palermo, Trapani, Catania, Ragusa, Vibo Valentia e Parma, un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Gip di Palermo su richiesta della Dda, nei confronti di 32 persone ritenute responsabili di associazione mafiosa, partecipazione e concorso in associazione per delinquere finalizzata al traffico ed allo spaccio di sostanze stupefacenti, aggravata dal metodo mafioso, detenzione abusiva di armi, sequestro di persona a scopo di estorsione aggravato e danneggiamento mediante incendio. 

Mafia, spaccio, armi e sequestro di persona per estorsione: scatta l'operazione Kerkent: 32 arresti

All’operazione partecipano anche i carabinieri del comando provinciale di Agrigento che, nell’ambito dello stesso provvedimento, hanno eseguendo ulteriori 2 ordinanze di custodia cautelare, nei confronti di due persone accusate, a vario titolo, di concorso in sequestro di persona e violenza sessuale, aggravata dal metodo mafioso.

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento