Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Aragona, Pendolino rassicura i cittadini: "Dissesto era inevitabile ma volteremo pagina senza drammi"

 

"Il dissesto è una scelta tecnica e non politica, quando mi sono insediato ho chiesto una relazione sullo stato finanziario dell'ente e mi è stato risposto che l'ente era in grave difficoltà. C'erano oltre 7 milioni di fatture liquidate e non pagate per mancanza di liquidità".

Il sindaco di Aragona, Giuseppe Pendolino, spiega le ragioni che hanno portato al dissesto del Comune. "Non siamo riusciti a rimettere le cose a posto, ci siamo resi conto che era una strada inevitabile. Non si riusciva a raggiungere il pareggio di bilancio per 2 milioni di euro".

Pendolino aggiunge: "In queste condizioni non era possibile garantire i servizi minimi, i cittadini devono stare tranquilli. Col dissesto non succede nulla, si chiude un capitolo e se ne apre un altro e non aumenteranno neppure le aliquote che erano già al massimo". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento