rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024

"Siamo senza acqua da un mese", cittadini esasperati occupano la sede di Aica: l'intervento dei carabinieri

I militari, intervenuti dopo la segnalazione dei dipendenti, mediano per una soluzione "pacifica"

Cittadini senza acqua da un mese chiedono spiegazioni ad Aica e in assenza di risposte concrete, occupano la sede dell’azienda che gestisce il servizio idrico integrato.

Per circa quattro ore hanno richiesto invano di poter parlare con un dirigente per esporre il problema e per chiedere un’autobotte per poter tamponare l’emergenza. Invitati più volte a uscire dall’immobile di viale mediterraneo, da Aica hanno chiesto l’intervento dei carabinieri per fare allontanare i cittadini.

Giunti sul posto, i militari hanno mediato a lungo per far desistere i cittadini dall’idea di continuare a oltranza la protesta. La mancanza d’acqua ha indotto, lo scorso 15 maggio, la signora Gledis Genovese, a denunciare Aica per interruzione di pubblico servizio.

La residente di via Magellano ha spiegato sia ai militari intervenuti ma anche alla redazione di AgrigentoNotizie, dei disagi dovuti alla mancanza d’acqua e dell’impossibilità a rivolgersi ai privati per acquistare il prezioso liquido. Storie di disagio che sono comuni a migliaia di agrigentini ma che solo in pochi hanno il coraggio di denunciare.

La siccità e lo stato di emergenza idrica, con l’avvicinarsi della bella stagione, potrebbero ulteriormente intensificare le attuali criticità e in assenza di interventi concreti, l’estate degli agrigentini si preannuncia più arida del solito. Intanto, il gruppo di cittadini che oggi hanno protestato potrebbero sporgere ulteriori querele contro la società idrica e, qualora le loro cisterne rimanessero vuote, promettono di tornare a presidiare la sede di Aica.

Video popolari

AgrigentoNotizie è in caricamento