Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al "Comunale" la nazionale di calcio a 5 per pazienti psichiatrici, Martello: "Accogliamo le diversità"

Partita amichevole allo stadio di Lampedusa per la squadra campione del mondo in carica

 

Festa dello sport a Lampedusa dove al “Comunale” è scesa in campo la nazionale italiana per pazienti psichiatrici, formazione di calcio a cinque, che nel 2018 a Roma si è laureata  campione del mondo.

Secondo lo psichiatra Santo Rullo, “Crazy for football”, questo è nome del progetto, quella di allestire una squadra di calcio con ragazzi affetti da questo tipo di  patologie è stata una scommessa nata quasi per gioco ma che ad oggi, ha portato gli azzurri di mister Enrico Zanchini a partecipare a due campionati del mondo e a vincere in casa, la competizione del 2018.

“I nostri ragazzi – spiega Santo Rullo – se riescono ad essere inclusi, riescono anche a curare le loro patologie e se le curano con lo sport, riescono ad avere salute e  amicizia e riescono a vivere”. Da bordo campo, tifoso d’eccezione è stato il sindaco di Lampedusa e Linosa, Totò Martello che ha dichiarato: ”Lampedusa è un porto aperto non solo per l’immigrazione ma anche per le diversità”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento